cartellone locandina fb.jpg

Stagione Teatrale 2015/16

Sala14 - Centro di Arti Performative e Terapeutiche

17/18 Ottobre 2015

CUTE

 

7 Novembre 2015

BESTIARIO

 

21/22 Novembre 2015

CLOUD

9/10 Gennaio 2016

CONCERTO PER CHITARRA CLASSICA

23/24 Gennaio 2016

ORANTES Riti di luce

 

20/21 Febbraio 2016

CHORISIA

12/13 Marzo 2016

JANSI LA JANIS SBAGLIATA

2/3 Aprile 2016

BEBAWINIGI

16/17 Aprile 2016

INTERRUZIONI VOLONTARIE - cut -

7 Maggio 2016

SARTORI NON DEVE MORIRE

28/29 Maggio 2016

PIECE OF PAPER

 

Spettacoli

Stagione Teatrale 2016/17

Sala14 - Centro di Arti Performative e Terapeutiche

11540884_395951943931287_723243578754375

CUTE

17/18 Ottobre 2015

- Spettacolo Vincitore Premio Special Off e Nomination Miglior Regia al Roma Fringe Festival 2015 -

Produzione Compagnia Matroos

Ideazione Scenografia Coreografia Lisa Rosamilia

Musica Sonorizzazioni Giada Bernardini

Tecnico alla Scenografia Fabio Sabaino

Il corpo porta con sé segni, resti, cicatrici, conseguenti tracce di un passo, un gesto, un’impronta. Un quadro vivente, racconto di immagini e metafore legate alle sensazioni e ai vissuti di una superficie cutanea, primo confine col mondo.

906113_540874436069797_41689706648065955

BESTIARIO

7 Novembre 2015

- Spettacolo Vincitore del Castelbuono Teatro Festival 2011 -


Pescatori di Poesia Teatro, Patas Arriba Teatro e Teatro del Lupo
Con Simone Fraschetti
Testo Luna T. Sveva Testori
Regia Klaus Kurz

Tre Maschere si offrono al pubblico senza inibizioni o censure. Ogni personaggio racconta la sua verità, la personale interpretazione del mondo che egli stesso ha contribuito a plasmare.

11200581_544880119002562_543315770335435

CLOUD

21/22 Novembre 2015

Produzione Compagnia Matroos
Ideazione Scenografia Coreografia LIsa Rosamilia
Musica Sonorizzazioni GIada Bernardini

Avvolto in una foschia nebulosa “Cloud” racconta del tempo sospeso, quello del pensiero, del ricordo, la riflessione impalpabile nell‘attimo in cui viene data la possibilità al tempo di fermarsi, per aprire lo sguardo all’ istante in cui compare un mondo inaspettato.

12485979_560996627390911_450400779616258

CONCERTO PER CHITARRA CLASSICA

9/10 Gennaio 2016

Concerto a cura del M° Franco Tinto

Il Maestro Franco Tinto presenta due eventi in cui dà voce alle composizioni di Johann Sebastian Bach e racconta l'evoluzione del linguaggio chitarristico dal rinascimento ad oggi, attraverso le composizioni di J. Dowland, L. de Narvaez, F. Mendelssohn, F. Chopin, F. Tarrega, A. Barrios.

foto evento.jpg

ORANTES Riti di luce

23/24 Gennaio 2016

A cura di CromosomaXXX

Quattro Performance in musica di e con:
"BISCIA" di Alessandra Caputo e Flora Contoli con Chiara K Pavoni
"PIETAS" di Flora Contoli con Alessandra Caputo
"PIMPINELLA ANISUM" di e con Francesca Romana Nascè. Con le parole poetiche di Paolo Battista.
"DEABAST" di Alessandra Caputo con Francesca Romana Nascè
Suoni Rodolfo Valentino Puccio, Trucco Roberta Budicin


Una cerimonia al femminile che celebra il potere della richiesta e dell'unione delle Grandi Madri e delle Figlie.

DSC_8880.jpg

CHORISIA

20/21 Febbraio 2016

Produzione Compagnia Matroos
Ideazione Scenografia Coreografia Lisa Rosamilia
Musica Sonorizzazioni Giada Bernardini
Tecnico alla Scenografia Fabio Sabaino

Un essere impolverato, silente, gli occhi bendati dai propri capelli, fatica a respirare. Alle sue spalle una cornice di finestre, punto di confine tra il dentro e il fuori. Ascesa e discesa, "Chorisia" è il racconto di un viaggio dal mondo di sopra, dove vive l’essere esterno che tutti possiamo vedere, alla creatura interiore che risiede nell’invisibile.

JANSI_LA_JANIS_SBAGLIATA_photo P.ADINOLF

JANSI LA JANIS SBAGLIATA

12/13 Marzo 2016

Produzione Patas Arriba Teatro
Testo di Adriano Marenco e Alessandra Caputo

Con Valentina Conti

Regia Simone Fraschetti


Un monologo che mette in luce la parte intima e oscura di Janis Joplin, artista unica e indimenticabile scomparsa nel 1970 a soli 27 anni. Uno squarcio nella sua vita e nelle sue canzoni, ripercorrendo le insicurezze, le paure e i desideri di una ragazza che malgrado il successo continuava a sentirsi dannatamente “sbagliata”.

0c16fa_2fe58155af204617a2eda180635a632e.

BEBAWINIGI + Soft Shell Turtles

2/3 Aprile 2016

Bebawinigi - voce, violoncello

Michele Gualdrini - chitarra elettrica, basso

Filippo Toso - chitarra acustica, samples

Mario Russo - violino, glockenspiel


Cantante, compositrice, polistrumentista ed attrice. Il progetto di Bebawinigi è un esperimento a tutto tondo: l'artista attraversa vari generi, come l'Industrial, la New Wave, lo Stoner, il Grunge, il Punk, il Jazz, il Blues, il Folk, l' Elettronica e la Musica classica.

foto evento fb.jpg

INTERRUZIONI VOLONTARIE - cut -

16/17 Aprile 2016

Di e con Claudia Salvatore
Aiuto regia Marco Bilanzone e Barbara Caridi
Scenografia e costumi Valeria Galluzzi

Lui si sentiva una ferita sulla guancia, la ferita non c’era, ma lui la sentiva così tanto che alla fine se l’è procurata da solo. Lei si ricordava di quando da piccola aveva visto i nonni che facevano l’amore, ma in realtà non era successo a lei, era successo alla madre. Margherita aspetta, registra messaggi, guarda gli spazi aperti attendendo che ci capiti dentro qualcosa che la riguarda. Margherita per metà c’è e per metà non sa dov’è.

LocaSartoriOr-2.jpg

SARTORI NON DEVE MORIRE

7 Maggio 2016


Un rigo si e un rigo no
Scritto e diretto da Raffaele Balzano
Con Geremia Longobardo, Raffaele Balzano, Marco Zordan


Chi di noi, soffrendo, almeno una volta nella vita, nel lavoro oppure negli affetti, non ha avuto la tentazione di mettere l’autore della propria sofferenza di fronte al proprio torto? A molti resta un pensiero nascosto, ad altri, come nel caso del nostro uomo, diventa un progetto da realizzare ad ogni costo. Anche se questo significa trasformarsi da vittima in carnefice.

DSC_4593.jpg

PIECE OF PAPER

28/29 Maggio 2016

Laboratorio TeatroDanza Sala14
Di e con Alessandra Battaglia, Ludovica D'Erasmo, Alessandra Mosca Amapola
Regia Lisa Rosamilia

Ispirato alla carta, e alle varie possibilità di forma e suono prodotto dalla carta stessa, porta l’attenzione sulla parola e al tema della comunicazione, processo dinamico che avviene tra un emittente e un ricevente, e mezzo d’interazione necessario alla costruzione del senso d’identità.